Parma
clubminiparma@gmail.com

Mini JCW R56 una bomba da pista

Siamo fanatici di MINI

Mini JCW R56 una bomba da pista

Bomba, qualcosa di esplosivo, una parola spesso accostata alle auto con tantissimi cavalli e con un rapporto peso potenza Il più possibile vicino al rapporto di 1:1. A cosa seve avere un rapporto peso potenza così basso? Serve ad aumentare la dinamicità di un’autovettura per renderla più scattante e veloce. Non è solo il rapporto peso potenza rende dinamica un’auto, ma diciamo che molto dipende da questo.

Solitamente si definisce un’auto una supercar quando il suo rapporto peso potenza resta entro i 2,5-3,5kg/cv, ma come dicevamo in precedenza, l’elemento peso potenza non è l’unico a rendere dinamica un’auto. Ci sono auto che già sotto il valore di 7-8kg/cv sanno regalare emozioni di guida non indifferenti.

Ecco perché moltissimi amanti della velocità scelgono proprio una Mini per divertirsi senza spendere cifre folli per una supercar. Se volete una “mini” supercar il modello da scegliere è proprio la R56 John Cooper Works, auto di qualche anno fa ma che ha enormi potenzialità di sviluppo motoristico, elettronico e di telaio e anche perché il rapporto peso potenza di quest’auto si avvicina molto a quello necessario per renderla dinamicamente prestazionale.

Parlando di prestazioni la R56 JCW esce di fabbrica con 211cv, oltre alla versione JCW nativa esiste un kit di potenziamento per le Cooper S uscite dopo il 2009, che dai 184cv di serie le porta a 192cv. Inoltre nel 2013 è uscita anche la versione estrema biposto da 218cv la John Cooper Works GP2.

Ma focalizziamoci sulla JCW che con il suo motore 1.6 Turbo Twin Scroll Iniezione diretta John Cooper Works da 211cv, Coppia massima Nm a giri/min 260 (280 con overboost) Nm a 1.850-5.600 giri/min, Accelerazione (0-100 km/h) 6,5s e che con un peso di 1260kg, stacca un valore di peso potenza di ben 5,9kg/cv, niente male per divertirsi un po’.

Ma per renderla veramente una bomba da pista ed avvicinarla sempre di più ad un rapporto peso potenza da supercar, si può lavorare sia elettronicamente che con modifiche motoristiche, andando a sostituire gli organi che possono influire sulle prestazioni generali dell’auto. Oppure si può andare a togliere quella zavorra di peso, che impedisce di migliorare il rapporto kg/cv. Molti accessori e parti dell’auto difatti non sono necessari per un utilizzo riservato alla pista. Solo la rimozione della panca posteriore agevola la riduzione del kg/cv.

Parlando di modifiche elettroniche ed essendo quello della JCW un motore sovralimentato, si possono guadagnare facilmente anche solo con la rimappatura della centralina, dai 10 ai 30cv, a seconda del limite di elaborazione in sicurezza che si vuol realizzare. Ipotizzando di utilizzare una mappatura “spinta”, con un incremento di 30cv si sale a un totale di circa 240cv e considerando il peso di 1260kg della JCW, si ottiene un valore di peso potenza che scende a 5,2kg/cv.

Possiamo ottenere qualcosa di meglio dei 240cv da questo motore? La risposta è sì, ma si deve operare andando a sostituire parti motore come l’intercooler, turbina, eliminazione del catalizzatore, sino alla modifica del blocco motore. Non sono pochi i casi di JCW portate con questi interventi fino a 300cv, con spese tutto sommato irrisorie.

Vogliamo rifare i conti? 1260kg/300cv fanno la bellezza di 4,2kg/cv, e non abbiamo ancora tolto la panca posteriore!!! Ipotizzando di poter eliminare un centinaio di kg dalla massa complessiva dell’auto, il valore di peso/potenza può ancora diminuire, fino a lambire il famoso limite di 3,5kg/cv che contraddistingue una supercar da un’auto sportiva. Allora… dite la verità, vi stuzzica l’idea di guidare una piccola supercar? Direi che con questa R56 JCW ci si può togliere ben più di qualche sfizio con il famoso motto: poca spesa tanta resa!!!